2 novembre 2017

Zapffe: Salvarsi limitando artificiosamente il contenuto della coscienza

«Perché allora l’umanità non si è da gran tempo estinta in grandi epidemie di pazzia? Perché solo uno scarso numero di individui perisce a causa dell'incapacità di resistere al peso della vita, in quanto la consapevolezza dà loro più di quello che possono sopportare?
La storia culturale, come pure l’osservazione di noi stessi e degli altri, consentono la seguente risposta: la maggior parte delle persone impara a salvarsi limitando artificiosamente il contenuto della coscienza.»

– Peter Wessel Zapffe, L'ultimo messia (1933)